Sebastian Vettel lascia la Formula 1

“Con questo annuncio il mio ritiro dalla Formula 1 entro la fine della stagione 2022. Probabilmente dovrei iniziare con una lunga lista di persone da ringraziare ora, ma sento che è più importante spiegare le ragioni alla base della mia decisione. Amo questo sport. È stato fondamentale per la mia vita da quando ho memoria. Ma c’è la mia vita in pista e c’è anche la mia vita fuori pista. Essere un pilota da corsa non è mai stata la mia unica identità. Credo fermamente nell’identità per chi siamo e come trattiamo gli altri piuttosto che per quello che facciamo.

Chi sono? Sono Sebastian, padre di tre figli e marito di una donna meravigliosa. Sono curioso e facilmente affascinato da persone appassionate o esperte. Sono ossessionato dalla perfezione. Sono tollerante e sento che tutti abbiamo gli stessi diritti di vivere, non importa come sembriamo, da dove veniamo e chi amiamo. Amo stare all’aria aperta e amo la natura e le sue meraviglie. Sono testardo e impaziente. Posso essere davvero fastidioso. Mi piace far ridere la gente. Mi piace il cioccolato e l’odore del pane fresco. Il mio colore preferito è il blu. Credo nel cambiamento e nel progresso e che ogni piccola parte faccia la differenza. Sono un ottimista e credo che le persone siano buone.

Oltre alle corse ho cresciuto una famiglia e amo stare con loro. Ho coltivato altri interessi al di fuori della Formula 1. La mia passione per le corse e la Formula 1 deriva da molto tempo trascorso lontano da loro e richiede molte energie. Impegnarsi nella mia passione come l’ho fatto e nel modo che ritengo giusto, non va più di pari passo con il mio desiderio di essere un grande padre e marito. L’energia che serve per diventare un tutt’uno con la macchina e la squadra, per inseguire la perfezione richiede concentrazione e impegno. I miei obiettivi sono passati dal vincere gare e lottare per i campionati a vedere crescere i miei figli, trasmettere i miei valori, aiutarli a rialzarsi quando cadono, ascoltarli quando hanno bisogno di me, non doverli dire addio e, soprattutto, essere in grado di imparare da loro e lasciare che mi ispirino. I bambini sono il nostro futuro. Inoltre sento che c’è così tanto da esplorare e imparare sulla vita e su me stesso.

Parlando di futuro, sento che viviamo in tempi molto decisivi e il modo in cui tutti noi modelleremo i prossimi anni determinerà tutte le nostre vite. La mia passione nasce con alcuni aspetti che ho imparato a non piacermi. Potrebbero essere risolti in futuro, ma la volontà di applicare quel cambiamento deve diventare molto più forte e deve portare all’azione oggi. Parlare non basta e non possiamo permetterci di aspettare. Non c’è alternativa. La gara è in corso.

La mia gara migliore? Ancora da venire. Credo nell’andare avanti e nel progresso. Il tempo è una strada a senso unico e io voglio seguire i tempi. Guardare indietro ti rallenterà solo. Non vedo l’ora di correre su piste sconosciute e troverò nuove sfide. I segni che ho lasciato in pista rimarranno fino al tempo e la pioggia li laverà via. I nuovi verranno soppressi. Il domani appartiene a coloro che plasmano oggi. La prossima curva è in buone mani perché la nuova generazione è già arrivata. Credo che ci sia ancora una gara da vincere. Addio e grazie per avermi permesso di condividere il percorso con te. Ho amato ogni sua parte”.

Messaggio video: https://sebastianvettel.de/en/start/

Foto: Getty images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...